Questo è il mio dodicesimo libro pubblicato ed è stato presentato ufficialmente alla XXIIma edizione de La Fabbrica di Carta.

Proseguo a narrare un nuovo episodio delle vite di quelli che sono i protagonisti "buoni" dei miei libri: Ricky McGinnis, la moglie Emily Bianchi e il "cattivo" Pavel Krupkin.

Il libro si può considerare diviso in due parti nelle quali utilizzo, romanzandoli e prendendomi licenze temporali, dei fatti che sono realmente accaduti nella recentestoria mondiale.

Negli Stati Uniti, come Presidente, è ancora in carica Timothy Bona che, con la collaborazione del Pontefice Luigi II°, ha raggiunto il risultato di porre fine ai lunghi decenni d’embargo con l’isola di Cuba.

Intanto Krupkin, dopo le ultime malefatte, è andato a rifugiarsi proprio a Cuba ove pensa di vivere tranquillo in un paese off-limits per gli americani.

Per lui si presenta una nuova opportunità di portare a termine il suo insano desiderio di vendetta.



Gli Agenti della scorta presidenziale vigilano e sono pronti a sacrificare la propria vita per salvare quella del Presidente.

Gli eventi precipiteranno ed Emily, per motivi personali, rassegna le dimissioni dal Servizio, dimissioni che il Presidente trasforma in periodo di riposo, per dedicarsi alla caccia di Krupkin nei due emisferi.